Economia

Italia in deflazione, i rischi per l’economia

Non succedeva dal 1959, e già questo lascia intuire quanto l’evento sia raro. Ma per capire i reali possibili effetti della deflazione bisogna considerare la situazione del mercato di oggi in Italia. Perché l’aumento dei prezzi ha sempre portato a una buona circolazione di denaro, aiutando le imprese.

L’Istat ha confermato che il 2016 ha registrato un’inflazione negativa dello 0,1%. Può sembrare poco, ma gli economisti sono concordi nel ritenere una percentuale del 2% come la più corretta per l’economia di un Paese. I segnali di ripresa sono arrivati già nel mese di dicembre, che ha mostrato un +0,4% rispetto a novembre e un +0,5% rispetto a dicembre 2015. Dati che non sono bastati per salvare il risultato annuo.

Per il 2017 le aspettative degli economisti sono positive. Certo pensare di tornare a ripetere un’annata che non si verificava da 57 anni avrebbe effetti disastrosi. La deflazione infatti porta a uno stallo nel mercato: il consumatore è portato ad attendere nell’effettuare acquisti, constatando il lieve ma costante diminuzione dei prezzi.

La riduzione dei consumi porterebbe a un’ulteriore crisi le piccole imprese, già gravate dalla forte pressione fiscale. Il margine di profitto è in costante diminuzione, e pensare di ridurre ancora la forbice può costare a caso. I risultati possono essere i peggiori. Chiusura di aziende, diminuzione di posti di lavoro, minore circolazione di denaro. Meno occupazione non farebbe altro che far crollare il potere d’acquisto e inguaiare altre imprese. Un effetto domino da scongiurare a tutti i costi.

A soffrire non soltanto il mercato immobiliare, che sta già vivendo un momento poco felice. I cittadini che devono restituire dei prestiti vedrebbero aumentato il tasso d’interesse, privo dello sconto inflazione. Quindi debiti e mutui di ogni genere non avranno riduzioni parziali e peseranno interamente sulle spalle del contribuente. Il 2017 dev’essere l’anno della svolta, almeno per l’economia italiana. A partire dall’inflazione.

APPROFONDIMENTI  Lavoro, ecco i posti migliori in Italia
Categories
EconomiaPrimo Piano

Leave a Reply

*

*